Indice del forum AnsaHT.com

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Pink Floyd The endless river

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> MUSICA
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
poluca



Registrato: 04/07/14 22:32
Messaggi: 85

MessaggioInviato: Ven Nov 14, 2014 11:21 pm    Oggetto: Pink Floyd The endless river Rispondi citando

Nuovo album uscito da qualche giorno...... che ne pensate?
Top
Profilo Invia messaggio privato
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Sab Nov 15, 2014 12:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

Quando si venne a sapere che si trattava di vecchi rimasugli, l’ho battezzata come una boccia persa e conseguentemente le mie aspettative erano sul pessimistico andante.
Forse per questo, l’aver poi invece trovato più di un pezzo di mio gusto, mi ha reso il disco nel suo complesso inaspettatamente piacevole, anche se effettivamente comprende diversi brani, definiti “ambient”, che hanno il sapore dei ritagli d’antan.

Alcuni titoli che mi piacciono:
TBS14
Sum
Louder than words


In conclusione, The Endless River può competere per la nomina di miglior disco dei Pink Floyd dell’era Gilmour.




www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
poluca



Registrato: 04/07/14 22:32
Messaggi: 85

MessaggioInviato: Mer Nov 19, 2014 10:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ascoltato in anteprima l'ho trovato piacevole, ma nulla di che se paragonato ai vecchi album. Comunque nel complesso disco ascoltabile e a tratti anche interessante.
Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Gio Nov 20, 2014 9:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nel frattempo pure io ho avuto occasione di riascoltarlo…
… e rilancio dicendo, che dei “vecchi dischi”, cioè di quelli con Waters, ne secca diversi… tra cui More (1969), Obscured by Clouds (1972), Animals (1977) e The Final Cut (1983 - una specie di disco solista, con impostazione ripetitiva e stancante dopo The Wall).
Tra i più recenti secca sicuramente A Momentary Lapse of Reason (1987) e non sfigura nel paragone con The Division Bell (1994), che comprende pezzi notevoli come High Hopes.

The Endless River è sicuramente un bel disco, che ha tra i suoi pregi quello di distinguersi dalle precedenti opere, senza perdere le caratteristiche dei migliori Pink Floyd.




www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
poluca



Registrato: 04/07/14 22:32
Messaggi: 85

MessaggioInviato: Gio Nov 20, 2014 11:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Voci di corridoio dicono che i 18 brani furono scritti insieme a quelli dell'album The Division Bell ecco perchè alcuni brani se ci fai caso sono quasi un continuo di quelli presenti nel disco del 1994.... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Nov 21, 2014 2:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

poluca ha scritto:
Voci di corridoio dicono che i 18 brani furono scritti insieme a quelli dell'album The Division Bell ecco perchè alcuni brani se ci fai caso sono quasi un continuo di quelli presenti nel disco del 1994.... Wink




Sì certo, si tratta di informazioni ufficializzate da loro stessi e spiegate nel dettaglio dai produttori… tra cui Manzanera (che tutti ricordano come “ex Roxy Music”, dimenticando dischi come 801 live).
Infatti The Division Bell può fungere da riferimento, per considerazioni non solo di tipo artistico.
All’epoca le critiche furono poco lusinghiere, me lo ricordo bene, però il tempo è stato galantuomo e oggi è largamente riconosciuto, che si tratti del disco più sottovalutato dei Pink Floyd.

Relativamente alla discografia dei Pink Floyd, ho sempre avuto la spontanea tendenza a considerare The Wall a parte.
Non a caso si è poi saputo, che quel disco è frutto della presa di potere di Waters e della deriva politica da lui dettata nelle scelte artistiche del gruppo, sfociata non solo in quell’album e nel successivo, ma anche nella cacciata di Wright (evidentemente non gli era bastato aver organizzato a suo tempo quella di Syd Barret).
Considerando The Wall a parte, come fosse una sorta di Jolly, che ognuno può collocare in classifica dove vuole, anche al primo posto se preferisce… arrivo a dire, che subito dopo Wish You Were Here, c’è The Divion Bell.
Con questo intendo significare, che The Division Bell è un cazzo di album, mica un album del cazzo… perciò condividerne la genesi, è senza dubbio qualificante, anzichenò

The Endless River è coevo a The Division Bell, ma le sue fondamenta poggiano su 20 ore di registrazione dell’epoca, mica su due o tre brani rimasti fuori selezione.
Quindi l’idea iniziale, che si trattasse di semplici scarti, è di fatto sbagliata... e conseguentemente è sbagliata pure l’idea, che artisticamente sia da considerarsi un fratello minore, perché su quelle 20 ore ci hanno poi lavorato per oltre 2 anni (e non solo i Pink Floyd).

In conclusione, The Endless River, pur se costola di The Division Bell, ha una sua spiccata personalità ed è in grado di reggerne il confronto.



www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
poluca



Registrato: 04/07/14 22:32
Messaggi: 85

MessaggioInviato: Sab Nov 22, 2014 12:20 am    Oggetto: Rispondi citando

ANSA ha scritto:
poluca ha scritto:
Voci di corridoio dicono che i 18 brani furono scritti insieme a quelli dell'album The Division Bell ecco perchè alcuni brani se ci fai caso sono quasi un continuo di quelli presenti nel disco del 1994.... Wink




Sì certo, si tratta di informazioni ufficializzate da loro stessi e spiegate nel dettaglio dai produttori… tra cui Manzanera (che tutti ricordano come “ex Roxy Music”, dimenticando dischi come 801 live).
Infatti The Division Bell può fungere da riferimento, per considerazioni non solo di tipo artistico.
All’epoca le critiche furono poco lusinghiere, me lo ricordo bene, però il tempo è stato galantuomo e oggi è largamente riconosciuto, che si tratti del disco più sottovalutato dei Pink Floyd.

Relativamente alla discografia dei Pink Floyd, ho sempre avuto la spontanea tendenza a considerare The Wall a parte.
Non a caso si è poi saputo, che quel disco è frutto della presa di potere di Waters e della deriva politica da lui dettata nelle scelte artistiche del gruppo, sfociata non solo in quell’album e nel successivo, ma anche nella cacciata di Wright (evidentemente non gli era bastato aver organizzato a suo tempo quella di Syd Barret).
Considerando The Wall a parte, come fosse una sorta di Jolly, che ognuno può collocare in classifica dove vuole, anche al primo posto se preferisce… arrivo a dire, che subito dopo Wish You Were Here, c’è The Divion Bell.
Con questo intendo significare, che The Division Bell è un cazzo di album, mica un album del cazzo… perciò condividerne la genesi, è senza dubbio qualificante, anzichenò

The Endless River è coevo a The Division Bell, ma le sue fondamenta poggiano su 20 ore di registrazione dell’epoca, mica su due o tre brani rimasti fuori selezione.
Quindi l’idea iniziale, che si trattasse di semplici scarti, è di fatto sbagliata... e conseguentemente è sbagliata pure l’idea, che artisticamente sia da considerarsi un fratello minore, perché su quelle 20 ore ci hanno poi lavorato per oltre 2 anni (e non solo i Pink Floyd).

In conclusione, The Endless River, pur se costola di The Division Bell, ha una sua spiccata personalità ed è in grado di reggerne il confronto.



www.ansaht.com


Quoto in pieno .... a me personalmento piace molto The Division Bell come tu hai detto occupa i posti alti della scaletta Pink.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> MUSICA Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it