Indice del forum AnsaHT.com

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

The brilliant Thales __ Il geniale Talete
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> vorrei svegliarmi un giorno e ritrovare tutte le cose in cui credevo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Mer Ott 08, 2008 7:42 pm    Oggetto: The brilliant Thales __ Il geniale Talete Rispondi citando

I will pick up on my little forum the topic I started on Audioreview:
http://www.audioreview.it/VB/showthread.php?t=6539

... topic that inspired a spitting image thread on Videohifi:
http://www.videohifi.com/forum/topic.asp?whichpage=1&ARCHIVEVIEW=&TOPIC_ID=91708


... I will pick it up because I think that there still are important things that deserve to be said and who knows, that might even become important things to do.





Riprendo sul mio piccolo forum il tema che ho lanciato su Audioreview:
http://www.audioreview.it/VB/showthread.php?t=6539

... tema al quale si sono ispirati per un thread fotocopia su Videohifi:
http://www.videohifi.com/forum/topic.asp?whichpage=1&ARCHIVEVIEW=&TOPIC_ID=91708


… lo riprendo perché ritengo ci siano ancora cose importanti che meritano di essere dette e, chissà, può essere pure che diventino cose importanti da fare.







http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:16 pm, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Sab Ott 25, 2008 12:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

The solution I propose is a simplified application of the principle used in the Thales arm and it consists of using a rope with counterweight instead of an articulated bar.


La soluzione che propongo, è un’applicazione semplificata del principio adottato nel braccio Thales e consiste nell’utilizzare una fune con contrappeso in luogo della barra con articolazioni.





Having said that, it is now necessary to go back and reconsider the whole issue.
I have already received emails where I am asked if and how much it is worthwhile to carry out such a system compared to a more conventional solution.
In the forums as well someone has expressed perplexity for the mechanical complications, against an improvement of tracking which, compared to a long arm with low error, is actually not much.

This demonstrates that the tracking method of a conventional arm is not clear and therefore the real potential of the Thales’ strategy goes unnoticed, despite it going beyond the annulment of the tracking error.

Plus, we can foresee possible practical implementations that look extremely intriguing and advantageous, but this aspect is now premature.



Detto questo, si rende ora necessario tornare indietro e riconsiderare l’intera faccenda.
Ho infatti già ricevuto email in cui mi si chiede se e quanto valga la pena mettere in atto un sistema del genere, rispetto a una soluzione più convenzionale.
Anche nei forum qualcuno ha manifestato perplessità per le complicazioni meccaniche, a fronte di un miglioramento nel tracciamento, che, nei confronti di un braccio lungo a basso errore, si riduce a poca cosa.

Questo dimostra che non sono chiare le modalità di lettura di un braccio convenzionale e pertanto sfuggono le reali potenzialità della strategia Talete, che vanno oltre l’annullamento dell’errore di tracciamento.

A parte il fatto che si preannunciano possibili implementazioni pratiche estremamente intriganti e convenienti, ma questo aspetto è per ora prematuro.



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:16 pm, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Sab Ott 25, 2008 3:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

In the discussion in the Audioreview forum I recommended to focus on the dynamics that characterize the reading of the record, because by going deep into the subject we find a particularly critical point that Thales’ strategy can face and solve; this, together with the annulment of the tracking error, makes the situation ideal.

The critical point in question is the articulated joint formed by the fixing of the cantilever suspension.
Such joint is necessary for the functioning, but it exposed to undesired forces; among them there is skating.
We talk about skating because on smooth records the friction with the stylus causes the arm to slide towards the center, whilst with the grooves skating doesn’t occur, since the sides of the groove hold the stylus, but the friction, also increased by the sides themselves, generates a momentum that weighs on the cantilever’s joint.



Nella discussione sul forum Audioreview avevo raccomandato di focalizzare le dinamiche che caratterizzano la lettura del disco, perché entrando nel merito si individua un punto particolarmente critico, che la strategia Talete può affrontare e risolvere, il che, unitamente all’annullamento dell’errore di tracking, rende la situazione veramente ottimale.

Il punto critico in questione è lo snodo formato dal fissaggio della sospensione del cantilever.
Tale snodo è indispensabile al funzionamento, ma esposto a forze indesiderate e tra queste c’è notoriamente lo skating.
Si parla di skating, perché su disco liscio l’attrito con la puntina fa scivolare il braccio verso il centro, mentre nel disco inciso lo skating vero e proprio non avviene, in quanto le pareti del solco trattengono la puntina, ma l’attrito, peraltro aumentato dalle pareti stesse, genera un momento che va a gravare sullo snodo del cantilever.





In the big picture the cantilever is represented by the fine red line; the friction develops longitudinally to it but the pivot of the arm is offset, therefore the weak point of the system becomes the suspension of the stylus which collapses and reduces the angle S

The weight of the friction on the joint produces a situation like the one represented in the small picture on the side (intentionally highlighted) with the stylus in an offset position in relation to the groove and the yellow cantilever across.

On the topic of skating clichés are a common thing, and this doesn’t make the issue as clear as it should be.
Also, some known characters in the audio world have even tried to deny the problem and some constructors have built arms without anti-skating devices.
In actual fact it is a important aspect that deserves consideration.



Nel disegno grande il cantilever è rappresentato dal piccolo tratto rosso, l’attrito si sviluppa longitudinalmente ad esso, ma il pivot del braccio è fuori asse, perciò il punto debole del sistema diventa la sospensione della testina, che cedendo tende a ridurre l’angolo S

Il gravare dell’attrito sullo snodo produce quindi una situazione come quella illustrata nel disegno piccolo a fianco (in modo volutamente evidenziato), con la testina disassata rispetto al solco e il cantilever giallo intraversato.

Di solito sull’argomento skating si tramanda la solita frasetta fotocopiata, che di fatto non rende la questione chiara per come dovrebbe essere.
Senza contare che qualche noto personaggio del mondo audio ha addirittura tentato di negare il problema e alcuni costruttori hanno realizzato bracci privi di dispositivo antiskating.
In realtà si tratta di un aspetto importante, meritevole di adeguata considerazione.



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:17 pm, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Dom Ott 26, 2008 4:25 pm    Oggetto: Rispondi citando




When the cantilever works unaligned to the groove, the tracking error increases further (as well as the default error) with the consequence of higher wear and tear of the records and wider signal distortion.

Furthermore the anomalous position of the coil group involves a worsening of the focusing of the magnetic field, with a worse global performance, increase of distortion and effects on the distribution of the channels; all this corresponds to unpleasant effects of localization perceivable with compared listening.



Quando il cantilever lavora in maniera disallineata rispetto al solco, l’errore di tracciamento aumenta ulteriormente (oltre a quello di default), con conseguente maggiore usura dei dischi e distorsioni del segnale più ampie.

Inoltre la posizione anomala in cui viene a trovarsi il gruppo bobine, comporta un peggioramento nella focalizzazione del campo magnetico, con minor rendimento complessivo, aumento della distorsione e ripercussioni sulla distribuzione dei canali, a cui corrispondono spiacevoli effetti di localizzazione ben avvertibili all’ascolto comparato.





We also need to consider the problems connected to the damper, whose contribution is nullified by the anomalous position of the coil group mentioned above, with unavoidable loss of resolution on the external side of the groove and consequent signal distortion.
This distortion can become relevant from the instrumental point of view; at the listening it can show itself masked (because distortion is localized only on a part of the signal) giving an equation whose result is a certain fatigue.

The continuous unilateral stress of the damper affects its important exponential characteristics of compliance, therefore with time the stylus becomes capable in different ways when it manages a movement of the cantilever on one side or the other.



Occorre poi considerare la problematica relativa al damper, il cui apporto viene inficiato dalla posizione anomala del gruppo bobine illustrata in precedenza, con inevitabile perdita di risoluzione sulla parte esterna del solco e conseguente distorsione del segnale.
Una distorsione che in certi casi può diventare rilevante dal punto di vista strumentale, manifestandosi però all’ascolto con notevole maschermento (perché la distorsione è localizzata solo su parte del segnale), a comporre un’equazione che dà come risultato un sicuro affaticamento.

Il protratto stress unilaterale dello smorzatore, ne altera le importanti caratteristiche esponenziali di complianza, per cui nel tempo la testina diventa diversamente abile a seconda che debba gestire un movimento del cantilever da un lato o dall’altro.





Finally, an aspect concerning the friction between stylus and record... it is characterized in absolute terms by various fixed parameters (kind of stylus, reading weight, etc.) but also by the complexity of the tracking to carry out during the reading, therefore the friction changes continuously according to the signal trend, to the eccentricity and the record’s warps.
This produces alternated movements on the cantilever (a kind of shilly-shallying) with consequent undesired movements that directly affect the algebraic decoding of the groove.
The effect on the reproduction is its masking with unpredictable modalities and rate.



Infine un aspetto riguardante l’attrito tra puntina e disco... esso è caratterizzato in assoluto da vari parametri fissi (tipo di puntina, peso di lettura, ecc), ma anche dalla complessità del tracciato da percorrere durante la lettura, per cui l’attrito varia continuamente in base all’andamento del segnale, all’eccentricità e ai warp del disco.
Questo produce momenti alterni sul cantilever (una sorta di tira e molla), con conseguenti movimenti indesiderati dello stesso, che alterano direttamente la decodifica algebrica del solco.
Gli effetti sulla riproduzione sono di mascheramento, con modalità ed aliquota imprevedibili.



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:18 pm, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 12:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

As far as the Italian audio context is concerned, I was sadly convinced I was the only one to see the problems in the terms described above and for this reason I was resigned not to be understood.
It is obvious that, not being able to communicate to others the real value of the system, I had abandoned the hope of explaining the really crucial technical solutions and I had curbed my enthusiasm for a concept sumptuous as well as simple as the Thales.

On the WEB I have discovered that other people on the planet share my viewpoint: http://www7a.biglobe.ne.jp/~yosh/



Relativamente ai contesti audio italiani, ero ormai mestamente convinto di essere l’unico ad inquadrare le problematiche nei termini sopra descritti e proprio per questo rassegnato al ruolo d’incompreso.
Va da sé che, non riuscendo a trasmettere al prossimo le reali valenze del sistema, avevo riposto le speranze di far comprendere quali sono le soluzioni tecniche realmente risolutive e smorzato in me stesso l’entusiasmo per un concetto tanto sontuoso quanto semplice come quello del Thales.

Tramite il WEB scopro che anche altre persone sul pianeta condividono il mio punto di vista: http://www7a.biglobe.ne.jp/~yosh/














I reproduce the diagrams found on the site...and I rejoice at seeing that absolutely everything I said is there.
There is the ‘cantilever fulcrum, the ‘deflection of cantilever’ and below are all the consequences connected to these issues.

Independently from my personal satisfaction, it is in general a very interesting site...for the numerous studies, historical outlines with quotations of patents, simulations and competent considerations.
There is also a rotary headshell with magnetic reference (and in this as well we can see lucidity, since an unsupported rotary headshell will not place itself where we want it!).



Ripropongo i disegni trovati sul sito… e mi beo nell’osservare che c’è proprio tutto quanto andavo dicendo.
C’è il “cantilever fulcrum”, c’è il “deflection of cantilever” e di seguito sono illustrate tutte le conseguenze connesse con tali problematiche.

A prescindere dalle mie soddisfazioncine personali, trattasi di un sito in generale molto interessante… per gli innumerevoli approfondimenti, i cenni storici con citazioni ai brevetti, le simulazioni e le competenti considerazioni.
C’è anche un rotary headshell con riferimento magnetico (e anche in questo particolare emerge lucidità, giacchè un girello abbandonato a sé stesso, difficilmente si collocherà proprio dove si vorrebbe!).



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:19 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Dom Nov 22, 2009 9:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

If the relevance of the role played by the cantilever fulcrum is clear, we will also clearly see the consequences.

Having focused this specific point allows us to appreciate the inadequacy of the conventional antiskating countermeasures.
In the traditional pivoted arms the antiskating force is applied torsionally to the arm’s pivot, but because of frictions and variable geometrical conditions, it is impossible to establish a suitable compensation; therefore very often the intervention will be below or above the need, becoming the source of undesired movements of the cantilever.
Nevertheless we must say that the presence of the antiskating system is generally useful to reduce the whole entity of the problem, although it is definitely not decisive.

Now let’s consider the Thales system:



Qualora e laddove risultasse chiarita la rilevanza del ruolo giocato dal fulcro del cantilever, troverà agio un proseguio verso ciò che ne consegue.

L’aver focalizzato quel punto specifico, consente di apprezzare l’inadeguatezza delle convenzionali contromisure di antiskating.
Nei convenzionali bracci imperniati la forza antiskating viene applicata torsionalmente al pivot del braccio, ma a causa di attriti e condizioni geometriche variabili, diventa impossibile stabilire una compensazione adeguata, perciò il più delle volte l’intervento risulterà sottomisura o eccedente le necessità, diventando a sua volta fonte di indesiderati movimenti del cantilever.
Ciononostante va detto che la presenza dell’antiskating è comunque generalmente utile a ridurre l’entità complessiva del problema, per quanto ben lungi dall’essere risolutivo.

Ora consideriamo il sistema Thales:







Either we imagine it with the bar or with rope and counterweight (as I would like to test), the obvious difference compared to the conventional system is given by the rotary headshell and by the reference that holds it in its trajectory.

Let’s see the rotary headshell close up:



Indipendentemente che lo si immagini con la barra oppure con fune e contrappeso (come mi piacerebbe sperimentare), la differenza evidente rispetto al sistema convenzionale è data dal portatestina mobile (rotary headshell) e dal riferimento con cui questo viene mantenuto in traiettoria.

Guardiamo da vicino il girello:







The red line allows the identification of a crucial aspect.
In order to annul the radial error and constantly keep the stylus in line with the groove, a force is applied to the back of the rotary headshell.
Therefore the situation is quite different from conventional pivoted arms since the latter, having the antiskating system applied on the arm’s pivot, introduce a force that is offset in relation to the cantilever and therefore it stresses the fulcrum, whilst the Thales system applies a force in line with the cantilever and the advantages are sufficient to guarantee the insensitivity to the variations of friction.



Il tracciato disegnato in rosso, agevola l’individuazione di un aspetto cruciale.
Per annullare l’errore radiale e mantenere costantemente in linea la testina con il solco da seguire, viene applicata una forza sul posteriore del girello.
Si crea quindi una condizione ben diversa rispetto ai convenzionali bracci imperniati, in quanto questi, avendo antiskating applicato sul pivot del braccio, introducono una forza disassata rispetto al cantilever e vanno perciò a sollecitarne il fulcro, mentre il sistema Thales applica una forza in asse con il cantilever e i vantaggi sono tali da garantire l’insensibilità alle variazioni di attrito.







Basically the system is so clever that it checkmates in one move!


In pratica il sistema è talmente furbo, che perviene allo scacco matto con una sola mossa!



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:21 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Gio Nov 26, 2009 4:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

To confirm how powerful Thales’ Kung Fu is, we can approach the issue from a completely different point of view; we can start with a conventional arm and consider how the operating method would change if it was modified to suit the Thales principle and how its tracking abilities would change.

The chosen arm is not only a conventional pivoted arm, but it belongs to the old generation, therefore it is not in line with the current trend that favors long and heavy arms.
The arm in question is the SME 3009 III.



Per confermare quanto è potente il Kung Fu di Talete, si può approcciare da un punto di vista completamente diverso, partendo cioè da un braccio di tipo convenzionale, per valutare come cambierebbe la modalità operativa modificandolo in chiave Thales e quanto aumenterebbero conseguentemente le sue capacità di tracciamento.

Il braccio scelto non solo è un imperniato convenzionale, ma addirittura appartiene alla vecchia generazione, pertanto non in linea con l’attuale trend che predilige bracci lunghi e pesanti.
Il braccio in questione è lo SME 3009 III.







It must be said that, despite being dated and in countertendency, such an arm ( http://www.vinylengine.com/library/sme/series-iii.shtml ) would perfectly match (aesthetically as well) an Audio Technica OC9ML/II stylus ( http://www.soundstage.com/vinyl/vinyl200711.htm ), warranting a rather convenient price-performance ratio, especially considering the typical arm-stylus couplings based on the Denon DL-103, compared to which it would have more interesting performances.

The least appealing aspects of the SME 3009 III are essentially two: 1) it is a light arm, therefore not suitable to the harder MC styli; 2) since it is a normal 9” arm, the tracking is less precise than the 12”.
In consideration of this last observation, it is useful to examine Thales’ principle schematically
.


Fermo restando che, pur se datato e controtendenza, un braccio del genere ( http://www.vinylengine.com/library/sme/series-iii.shtml ) si sposerebbe perfettamente (anche esteticamente) con una testina Audio Technica OC9ML/II (http://www.soundstage.com/vinyl/vinyl200711.htm ), garantendo un rapporto prezzo-prestazioni piuttosto conveniente, specie considerando le tipiche accoppiate braccio-testina basate sulla Denon DL-103, rispetto alle quali avrebbe prestazioni più interessanti.

Gli aspetti meno in voga dello SME 3009 III sono essenzialmente due: 1) è un braccio leggero, quindi poco adatto alle testine MC più dure, 2) essendo un normale braccio da 9”, il tracciamento è meno preciso rispetto ai più blasonati 12”.
In considerazione di quest’ultima osservazione, torna utile esaminare in maniera schematica il principio di Talete.







In the diagram the arm is represented by the CM line.
The point M corresponds to the arm’s pivot, whilst the point C identifies the position of the stylus and the joint of the rotary headshell.
The presence of the rotary headshell allows to orient the stylus and to perfect its tracking thanks to the constraint in the point B.
Through the continuous orientation we obtain the same precision as the tangential arms without their faults...plus the arm’s length is freed from tracking!

Within the strategy the arm plays a role that reminds us of the swinging boom in a sail’s spinnaker; having a 9” arm such as the SME 3009 III can be useful not to have the point B excessively distant.
The Thales method has turned an unappealing characteristic into an advantageous aspect, since on the vertical plane a 9” arm is more than enough.

The same can be said about the lightness of the arm, which becomes advantageous to suit a rotary headshell to the headshell of the SME 3009 III, without worries of excessive weight gain.
On the contrary, the increase of mass of the system will help the coupling with the most common MC styli.

This is scientifically relevant, on the contrary of the twaddle of some symposiarchs uttered to a bunch of incompetent theriomorphs.



Nello schema il braccio è rappresentato dal tratto CM.
Il punto M corrisponde al pivot del braccio, mentre il punto C individua la posizione della puntina e lo snodo del rotary headshell.
La presenza del rotary headshell consente di orientare la testina, perfezionandone il tracciamento in virtù del vincolo nel punto B.
Tramite il continuo orientamento si ottiene la stessa precisione dei bracci tangenziali, senza averne i tipici difetti… e in più la lunghezza del braccio risulta svincolata dal tracciamento!

Nell’ambito della strategia il braccio assume un ruolo che ricorda il tangone dello spinnaker nelle barche a vela, e l’avere un braccio da 9” come quello dello SME 3009 III, può essere utile per non trovarsi il punto B eccessivamente distante.
Il metodo Talete ha trasformato una caratteristica meno appetibile in un aspetto vantaggioso, visto e considerato che sul piano verticale un 9” è più che sufficiente.

Lo stesso dicasi a riguardo della leggerezza del braccio, che diventa vantaggiosa per adattare un rotary headshell al portatestina dello SME 3009 III, senza patemi per un eccessivo aumento di peso.
Al contrario l’aumento di massa del sistema, favorirà l’accoppiamento con le testine MC più diffuse!

Questo è scientificamente rilevante, altro che le vaniloquenze di fiaschiformi simposiarchi espettorate ad un nugolo di teriomorfi sprovveduti.



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:22 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Dic 11, 2009 6:50 am    Oggetto: Rispondi citando

We just need not to rush...and patiently wait for someone to get to the finishing line.

Over a year ago I tried to explain to everyone the geniality of the Thales system and tried to communicate the possibilty to replicate the efficiency of this strategy in conventional reading arms. If this thread is not enough to demonstrate it, see the text, diagram and date of post number 28 at the following link: http://carplay.it/VB/showthread.php?p=83978
As I have already said, after a while I realized that my explanations didn’t arouse anybody’s interest and so, hopelessly, I stopped giving them.

In some cases time will tell and this is one of those cases since, besides the documents in the Japanese website, where the same things I stated are said, we now have also experiments that put into practice the same things I said it was possible to achieve!

The following images refer to the last European Triode Festival, held at Stella Plage in France from 26th to 29th November 2009.
The whole picture story can be viewed at the following link: http://www.holgerbarske.com/etf09/album/index.html



Basta non avere fretta… e attendere pazientemente che qualcuno arrivi alla meta.

Oltre un anno fa il sottoscritto cercava di significare al prossimo la genialità del sistema Thales e tentava di comunicare la possibilità di trapiantare l’efficacia di quella strategia nei convenzionali bracci di lettura. Non bastasse questo stesso thread a testimoniarlo… vedasi il testo, il disegno e la data nel post numero 28 al seguente link: http://carplay.it/VB/showthread.php?p=83978
Come ho già detto, dopo un po’ mi resi conto che le mie spiegazioni non intercettavano alcun interesse e così sconsolato smisi di porgerle.

In alcuni casi il tempo è galantuomo e questo pare essere uno di quei casi, in quanto, oltre ai documenti del sito giapponese, in cui vengono dette le stesse cose che dicevo io, si aggiungono ora delle sperimentazioni, che mettono in pratica le stesse identiche cose che dicevo essere fattibili !

Le immagini seguenti si riferiscono all’ultimo European Triode Festival, tenutosi a Stella in Francia, nei giorni dal 26 al 29 Novembre scorsi.
L’intero reportage fotografico è visibile al seguente link: http://www.holgerbarske.com/etf09/album/index.html







The man in action is Frank Schroder and the arm is indeed a Schroder...modified by adding a rotary headshell.

(note the Rega tonearm lift of the kind I offered as a prize in the quizzes)



In azione è Frank Schroder e il braccio è appunto uno Schroder… modificato con l’aggiunta di un rotary headshell.

(notare l’alzabraccio Rega del tipo che avevo messo in palio tempo fa nei giochi a premi)







At the back of the rotary head shell there is a nylon rope that goes up to the post placed externally to the turntable and it is held in tension by little weights made of common fishing plumbs.


Nel posteriore del girello è fissata una fune in nylon, che arriva fino alla colonna collocata esternamente al giradischi, ed è tenuta in tensione con pesetti costituiti da comuni piombini da pesca.







As you can see, it is exactly what I drew. It is so identical to it that generated some suspect that Schroder might have been inspired by my diagrams.
However a recognition by Schroder is not so important and then well pleased is well served...personally I find hugely pleasing the demonstration that my idea is good.

But to say the truth, Schroder talks about it as if it was his invention.
Well, I struggle to believe it, especially considering that these are rumours.
I could accept that Schroder has never seen my diagrams on the web, but I definitely cannot accept the denial of the basic idea that notoriously belongs to the Swiss Micha Huber, complete with patent!



Come visibile, si tratta esattamente di quello che avevo disegnato, né più, né meno. In maniera talmente identica, da originare qualche dubbio sulla possibilità che Schroder abbia attinto dai miei disegni.
Comunque un riconoscimento da parte di Schroder non è così importante e poi chi si accontenta gode… e personalmente trovo ampiamente godibile venga dimostrato che la mia idea è buona.

Però, a dirla tutta, parrebbe che Schroder ne parli come se l’invenzione fosse sua.
Mahh… stento a credere una cosa del genere, specie considerando che sono voci riportate.
Potrebbe passare che Schroder non abbia mai visto nel WEB i miei disegni, ma di sicuro non passa la negazione dell’idea di base, che notoriamente appartiene, con tanto di brevetto, allo svizzero Micha Huber!



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:24 pm, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
gasgas
Moderatore


Registrato: 18/01/08 20:29
Messaggi: 305
Residenza: gasgasland

MessaggioInviato: Ven Dic 11, 2009 11:06 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Basta non avere fretta… e attendere pazientemente che qualcuno arrivi alla meta..........Del resto un riconoscimento da parte di Schroder non è così importante e poi chi si accontenta gode… e personalmente trovo ampiamente godibile che venga dimostrato che avevo ragione.

Anche se, a dirla tutta, parrebbe che Schroder vada dicendo in giro che l’idea è sua.
Mahh… trattandosi di cosa riportata, stento a credere che possa aver detto una cosa del genere.
Potrebbe passare che Schroder non abbia mai visto i miei disegni, ma di sicuro non passa la negazione dell’idea di base, che appartiene, con tanto di brevetto, allo svizzero Micha Huber!



http://ansaht.com


Nemo propheta in patria, dicevano i latini (e a quanto pare avevano ragione). Ma non si potrebbe pure "noi" fare qualche interessante prova sul campo? Metto a disposizione una parte del mio "hardware".
_________________
"Ho speso tutti i miei soldi in donne, auto e alcool, il resto l'ho sperperato" G. Best
Top
Profilo Invia messaggio privato
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Mer Gen 20, 2010 6:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nelle passate settimane ho ricevuto diverse email che mi segnalavano le discussioni in corso, prima nel forum VHF e poi nel forum AR, riguardanti il braccio Talete.
Ringrazio chi mi ha scritto privatamente e chi ha riportato pubblicamente il link al nostro forum.

In diversi mi hanno chiesto di commentare in proposito e ho detto loro che non avrei mancato di farlo… a bocce ferme.
Purtroppo le bocce non si sono ancora fermate e nel frattempo pure le mie si sono messe in movimento, collassando al suolo per gli interventi di alcuni elementi, il cui ostinato ostruzionismo nei confronti del Talete, mal dissimula il movente che li anima.
A questo punto commentare sarebbe controproducente, perché darebbe importanza ad interventi che non la meritano.

In questi casi torna in mente il recente editoriale di Nuti, con le risolute critiche ai forum audio e gli auspici di chiusura a partire dal suo.
La sua posizione molto forte trova giustificazione nella perdita d’immagine e credibilità, che allontana gli appassionati per mancanza di riferimenti e perdita di situazioni propositive.

In tema di situazioni propositive, continua la mia proposta di modifiche da applicarsi ai convenzionali bracci di lettura, perché una cosa vorrei fosse chiara: un braccio imperniato che adotti il Kung Fu di Talete, può ‘suonarle’ a tutti gli altri bracci!









Per questioni di brevetto è presumibile che Schroder dovrà limitare i suoi approfondimenti a sporadici episodi tipo ETF, mentre i forum audio italiani abbiamo visto che, da un lato non hanno mente e polso per impedire scorribande, e dall’altro non hanno lungimiranza per coltivare positività vitali.
In sostanza questo piccolo forum rimarrà l’ultima loggia dedita alle discipline Talete.

Tempo permettendo porterò avanti degli esperimenti, che inizierò tentando di realizzare un girello con mezzi semplici, per verificare grado di difficoltà e costi di una modifica Talete.
Al momento ho trovato una carrucola e un cuscinetto adatti per bulloncini M3.
In seguito studierò la fattibilità di un girello come finora non se ne sono visti, che possa essere fissato direttamente ai fori previsti per la testina.
Il braccio scelto per gli esperimenti è lo SME 3009, in quanto… 1) è leggero, il che consente margine di appesantimento, 2) ha la base scorrevole, il che facilita la taratura ad overhang zero, 3) ha forma ad “S”, il che semplifica l’interfacciamento tra conduttori della testina e girello, 4) ha il braccetto staccabile, il che, al pari dello shell staccabile, facilita le operazioni.









http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Lun Nov 15, 2010 12:25 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> vorrei svegliarmi un giorno e ritrovare tutte le cose in cui credevo Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it