Indice del forum AnsaHT.com

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Power Triodes __ Triodi di Potenza
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> vorrei svegliarmi un giorno e ritrovare tutte le cose in cui credevo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Nov 20, 2009 2:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wow... a very impressive deployment of equipment!
My congratulations for your production, Thomas Smile





http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:10 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Dom Feb 14, 2010 11:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Do il benvenuto ad Antonio Dattis, che ci onora con la sua iscrizione al forum.

Restando in tema, segnalo che il filmato posto a pagina 6 di questo thread ha ricevuto in risposta un filmato, riguardante Dattis durante le ultime verifiche al suo Octobass, prima della spedizione in USA:
http://www.youtube.com/watch?v=dTydUgtIrZk
http://www.youtube.com/watch?v=02xeeKSLNN0&feature=response_watch

Sullo stesso canale YouTube è disponibile un altro interessante filmato, con Dattis che presenta i suoi gioielli:
http://www.youtube.com/watch?v=XGu21Iz6gMw




Per quanto riguarda il canale da me aperto su YouTube: http://www.youtube.com/AnsaHT ... ha avuto un’iscrizione che mi ha sorpreso, perchè inattesa e per via del nick stravagante… Agoonia.
Il titolare di questo nick è il noto Stefano Benni, ed è singolare che abbia aperto un canale su YouTube senza mai aver caricato nemmeno un filmato: http://www.youtube.com/user/Agoonia
Datosi che altri lo hanno fatto al posto suo, ne approfitto per proporre una bellissima poesia da lui scritta e recitata… “Anima”: http://www.youtube.com/watch?v=USb02XFcflo




http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:10 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Gio Apr 08, 2010 6:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

It is with great pleasure that I welcome Bas Horneman among us (he is a well known exponent of the DiyAudio forum) and I take this chance to mention his new forum: http://www.basaudio.net/gm70/index.php

In Bas Horneman’s forum you will also find my study in progress, on the subject of high transconductance valve amplifiers: http://www.basaudio.net/gm70/index.php/topic,35.msg111.html#new





Con grande piacere accolgo tra i neo iscritti Bas Horneman (noto esponente del forum DiyAudio) e per l’occasione segnalo il suo nuovo forum: http://www.basaudio.net/gm70/index.php

Nel forum di Bas Horneman troverete anche un mio studio in corso d’opera, in tema di amplificatori valvolari ad alta transconduttanza: http://www.basaudio.net/gm70/index.php/topic,35.msg111.html#new




http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:10 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Gio Mag 06, 2010 4:48 pm    Oggetto: Rispondi citando





The construction of the 851 doesn’t suffer from the typical roughness of gigantism; on the contrary it stands out for the abundance and refineness of solutions.Among them we can notice the design of the grid, built with a thick thread intertwined in a mesh; the particular conformation allows two important advantages.

The first is given by the much reduced microphonicity compared to the coiled grids; the mesh hugely reduces the resonance frequency, making the two solutions incomparable for sensitivity to vibrations (which is a weak point of important valves such as 212, 833 and GM100).

The second advantage is in terms of reliability and safety; ordinary grids are typically made of one thread wound up in a coil around two metal trees, to which it is attached with a welding point at each passage. It has already happened (with 211 valves) that a too deep welding reduced the thickness of the thread to a veil of metal, creating the premises for a consequent cracking due to the thermic cycles. When the thread loses the anchorage to the vertical tree, it spontaneously opens towards the outside, bringing the grid in direct contact with the plate and with the anodic high tension. In such situations anything that is connected to the grid, included a possible interstage transformer, is liable to damage.
Nothing of the kind can happen to the steady grid of the 851; the safety degree is greater in the hypothesis that the filament breaks.
The possibility that the filament, opening as a compass, finds a way to touch the plate through the grid, is in general quite small; nevertheless it is reassuring to think that a grid with a tight mesh like in the 851 makes such possibility even more improbable.



La costruzione della 851 non soffre delle grossolanità tipiche del gigantismo, al contrario si distingue per l'abbondanza e la ricercatezza delle soluzioni.
Tra queste si fa notare il disegno della griglia, realizzata con filo di notevole spessore intrecciato a maglia; la particolare conformazione consente due importanti vantaggi.

Il primo vantaggio è dato dalla microfonicità assai ridotta rispetto alle griglie di tipo spiralato; l'intreccio della maglia abbassa enormemente la frequenza di risonanza, rendendo le due soluzioni imparagonabili per sensibilità alle vibrazioni (punto debole di valvole importanti come 212, 833 e GM100).

Il secondo vantaggio è in termini di affidabilità e sicurezza; le comuni griglie sono tipicamente costituite da un singolo filo avvolto a spirale attorno a due alberi metallici, ai quali viene fissato tramite un punto di saldatura ad ogni passaggio. E' già capitato (con valvole 211) che una saldatura troppo profonda riducesse lo spessore del filo a un velo di metallo, creando le premesse per un successivo criccaggio in conseguenza dei cicli termici. Quando il filo perde l'ancoraggio all'albero verticale, si apre spontaneamente verso l'esterno, portando la griglia direttamente a contatto con la placca e con l'alta tensione anodica. In tale situazione tutto quanto si trova connesso alla griglia, eventuale trasformatore interstadio compreso, diventa soggetto a danneggiamento.
Alla robusta griglia della 851 non può capitare nulla del genere e il grado di sicurezza è maggiore anche nell'ipotesi che a spezzarsi sia il filamento.
La probabilità che il filamento, aprendosi a compasso, trovi il modo di appoggiarsi alla placca attraverso la griglia, è in generale piuttosto ridotta, però è comunque rassicurante pensare che una griglia a trama fitta come quella della 851, renda ulteriormente improbabile una simile eventualità.







With regards to the grid, another peculiar characteristic is in the support system which, as we said before, is usually made by individual trees lateral to the filament, whilst in the 851 it is made with two trees for each side.
With this exclusive system we obtain the desired spacing of the filament, simply winding the mesh of the grid around the four trees, whilst with the conventional system the spacing of the filament is obtained through the shaping of the grid thread.
This method allows an increase in the tension of the mesh and the advantage is realized in thermic conditions, with the elastic recovery made by the lateral trees, which compensates the decomposition of the grid due to dilatation. Therefore we obtain high precision, thanks to which the admirable transconductance value of 15000 umhos becomes possible.



In riferimento alla griglia, un'altra peculiare caratteristica è nel sistema di sostegno, che, come accennato in precedenza, è solitamente costituito da singoli alberi laterali al filamento, mentre nella 851 è realizzato con due alberi per ogni lato.
Con questo esclusivo sistema si ricava la desiderata spaziatura dal filamento, semplicemente avvolgendo la maglia della griglia attorno ai 4 alberi, invece col sistema convenzionale la spaziatura dal filamento è ottenuta tramite sagomatura del filo di griglia.
Tale metodo permette di aumentare il tensionamento della maglia e il vantaggio si concretizza nel pieno dei regimi termici, col recupero elastico operato dagli alberi laterali, che compensa lo scomporsi per dilatazione della griglia. Si ottiene così elevata precisione, in virtù della quale diventa possibile il mirabile valore di 15000 umhos di transconduttanza.







The positioning of the filament as well is set in consideration of the reduced spacing with the grid. The mobile stems that anchor the filament and keep it in tension through springs are guided through holes made on two distant ceramic plates; this way the error angle is reduced to the minimum!


Anche il posizionamento del filamento è realizzato in considerazione della ridotta spaziatura con la griglia. Gli steli mobili che ancorano il filamento e lo tengono in tensione tramite molle, vengono guidati attraverso fori ricavati su due piastrine ceramiche assai distanziate, in questo modo l'angolo di errore viene ridotto al minimo!



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:12 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Mag 07, 2010 6:30 pm    Oggetto: Rispondi citando





Among the construction characteristics we must notice that the whole structure of the triode is anchored both in the higher and the lower part and such architecture lowers the resonance of the core and reduces the mechanical susceptibility of the system, with benefits for reduced transmission of vibrations to the grid and to the long span of filament.

The production of 851 valves involves in the whole certain construction differences.

851 United Electronics: http://ansaht.com/phpBB2/viewtopic.php?t=204

The most evident concerns the plate. Some specimens have a metal plate, others a graphite one.
For both the performance is excellent, but the graphite version stands out for refineness, thanks to the ability to manage very high temperature without trouble, with a guarantee of better precision and parameters consistency, also thanks to a secondary emission close to zero, with an appreciable advantage in terms of musical performance.




Tra le caratteristiche costruttive è da notare che l'intera struttura del triodo è ancorata sia nella parte superiore che inferiore e tale architettura abbassa la risonanza del core e riduce la suscettibilità meccanica del sistema, con benefici per ridotta trasmissione di vibrazioni alla griglia e alle lunghe campate di filamento.

La produzione di valvole 851 annovera nel complesso alcune differenze realizzative.

851 United Electronics: http://ansaht.com/phpBB2/viewtopic.php?t=204

La più evidente riguarda la placca; alcuni esemplari hanno placca metallica, altri hanno placca in graphite.
Per entrambe le prestazioni sono di estrema eccellenza, però la versione in graphite si distingue per maggior raffinatezza, questo grazie alla capacità di gestire elevatissime temperature senza scomporsi, a garanzia di maggior precisione e costanza dei parametri, e in virtù di una emissione secondaria prossima a zero, con apprezzabile vantaggio in termini di resa musicale.







http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:14 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Lun Mag 24, 2010 8:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Welcome aboard to Patrick (nickname: Opcom) who has just joined us! I want to bring to your attention his interesting website:
http://www.bunkerofdoom.com/

Many thanks for the following diagram, I looked for it for a long time:
http://www.bunkerofdoom.com/tubes/unit59/13.jpg

Thanks also for the following photo, it remembers me pleasant ‘hunting expeditions’ in the past.
(Don’t you notice anything on the low left?!)
http://www.bunkerofdoom.com/nortex/100_0246.JPG





Do il benvenuto al neo iscritto Patrick (nickname: Opcom) e con piacere segnalo il suo interessantissimo sito:
http://www.bunkerofdoom.com/

Un grazie per il seguente grafico, che cercavo da un pezzo:
http://www.bunkerofdoom.com/tubes/unit59/13.jpg

Un grazie anche per la seguente foto, che mi ricorda piacevoli ‘battute di caccia’ del passato.
(Notate nulla in basso a sinistra?!)
http://www.bunkerofdoom.com/nortex/100_0246.JPG



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:14 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
gasgas
Moderatore


Registrato: 18/01/08 20:29
Messaggi: 305
Residenza: gasgasland

MessaggioInviato: Lun Mag 24, 2010 8:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:

Un grazie anche per la seguente foto, che mi ricorda piacevoli ‘battute di caccia’ del passato.
(Notate nulla in basso a sinistra?!)
http://ansaht.com


Per caso una parente stretta di questa? Laughing


_________________
"Ho speso tutti i miei soldi in donne, auto e alcool, il resto l'ho sperperato" G. Best
Top
Profilo Invia messaggio privato
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Mar Mag 25, 2010 9:59 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:


Per caso una parente stretta di questa? Laughing




Yesss!! Very Happy




http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:15 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Giu 25, 2010 4:48 pm    Oggetto: Rispondi citando






Il mito che accompagna l’Ongaku, rende superflue le presentazioni.
Pur tuttavia l’argomento è ben lungi dalla trattazione esaustiva, vista la scarsità nel WEB di informazioni e foto riguardanti il suo interno.

Questo giustifica l’insolita prospettiva scelta per la prima immagine, che prelude alla successiva veduta "dentro il cofano".
Il cuore dell’apparecchio è denso di spunti, ma su tutti attira l’attenzione la presenza di un cavetto schermato, che preleva il segnale direttamente sui morsetti d’uscita e lo riconduce ai circuiti di pilotaggio.
Negli schemi dell’Ongaku reperibili nel WEB, sono individuabili alcune differenze tra esemplari diversi, riguardanti per esempio l’alimentazione dei filamenti delle valvole finali, ma prima d’ora non mi erano note versioni controreazionate.








http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Gio Nov 18, 2010 7:16 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Lun Ago 23, 2010 2:03 am    Oggetto: Rispondi citando

A pagina 4 del forum, ho già anticipato il mio apprezzamento per la meravigliosa valvola Telefunken RS285J,.





La potenza dissipabile dal triodo Telefunken è di 300W e questo lo pone nella stessa categoria della valvola 212 Western Electric e delle sue varie equivalenti.
Le importanti dimensioni della RS285J sono commisurate alla potenza; l’altezza è di 13.38” (34cm), 14.96” (38cm) comprendendo il terminale di placca, e il diametro è di 3.93” (10cm).
Pure in questo è equiparabile alla 212 Western Electric, alta 13.62” (34,6cm) e con diametro 3.62” (9,2cm).

Ciò che distingue la RS285J da ogni altra valvola di stazza 300W, è l’ampio core; infatti la struttura elettromeccanica al suo interno è la stessa delle enormi RS285 Telefunken prima serie (vedi immagini seguenti), accreditate per un’operatività in regime permanente nell’ordine dei 750W!





Con un simile ‘motore’ la RS285J può gestire 400W di dissipazione senza problemi, richiedendo al più un po’ di ventilazione esterna, mentre la 212 Western Electric, accreditata a data-sheet per 275W di dissipazione massima, si troverebbe in condizioni limite già a 300W, a causa delle ridotte dimensioni del core.
Comunque non è solo questione di dimensioni, la struttura interna della RS285J ha un’ingegnerizzazione ben più raffinata della 212 e questo gli conferisce un grado di precisione superiore e una più ridotta microfonicità.
Queste peculiarità si riflettono sui parametri elettrici delle due valvole, che a parità di condizioni operative sono sostanzialmente similari, però, essendo la RS285J abilitata per correnti anche doppie rispetto alla 212, con adeguata configurazione può esprimere una marcia in più nei valori di transconduttanza e resistenza interna.

Il modo migliore per comprendere il potenziale esclusivo della RS285J, è quello di considerare le caratteristiche elettriche e costruttive della grande RS285, con cui condivide il core.













Come illustrato nel data-sheet, la versione capostipite della valvola RS285 è meccanicamente equivalente alla 851 e anche dal punto di vista elettrico non ci sono differenze rilevanti.
Mi pare quindi evidente che il potenziale della RS285J, è tale da rendere questa valvola superiore a qualsiasi altra nella categoria dei 300W.

In un prossimo messaggio illustrerò le peculiarità di filamento, griglia e placca.



http://ansaht.com


L'ultima modifica di ANSA il Sab Feb 19, 2011 1:15 pm, modificato 4 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> vorrei svegliarmi un giorno e ritrovare tutte le cose in cui credevo Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 7 di 9

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it