Indice del forum AnsaHT.com

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

EC8020+WE300B
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 11, 12, 13  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> vorrei svegliarmi un giorno e ritrovare tutte le cose in cui credevo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Sab Nov 10, 2012 8:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

Giuseppe… ti sono arrivati i condensatori Arcotronics?

Durante l’attesa ho fatto un test riguardante la tensione negativa di griglia, per verificare il comportamento dell'induttanza critica in un paio di configurazioni e misurare l’effettivo valore di alcuni parametri.
L’induttanza Tango TC160, pur non essendo stata concepita per filtraggi induttivi, lavora perfettamente senza alcun ronzio.

Dopo il test, ho ridisegnato lo schema dell’alimentatore negativo di griglia, optando per una soluzione, che può essere definita una via di mezzo, rispetto alle due ipotesi formulate in precedenza.
Ho editato il terzo messaggio della pagina precedente, aggiornandolo con il nuovo schema.







In pratica il condensatore Arcotronics da 470uF ha il medesimo ruolo del condensatore di bypass catodico previsto inizialmente per la EC8020, con la differenza che la reattanza capacitiva richiesta in questo caso è ben minore e quindi più facile da ottenersi mediante condensatori non polarizzati.
Nel ramo relativo al bias delle 300B occorre una reattanza capacitiva inferiore, quindi due condensatori da 12uF sono sufficienti e anzi valgono più dei 470uF sul bias della EC8020.



www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Mer Nov 28, 2012 1:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

In attesa di novità ho fatto un altro test, per verificare il comportamento sul campo degli induttori Tango destinati ai filamenti e per misurare alcuni valori, necessari a definire il tutto.







Dico subito che gli induttori Tango mi hanno impressionato, per la capacità di non scomporsi a qualsivoglia situazione, comportandosi sempre al meglio del meglio.
Non risentono della configurazione singola o bilanciata, non patiscono la massima corrente e le vibrazioni sono totalmente assenti.

Il test consente di definire i problemi pratici già preventivati.
Il primo riguarda la tensione d’ingresso, in relazione ai due valori disponibili, 6,3V e 10V, sul trasformatore di alimentazione Tango.
Il secondo è relativo alle diverse condizioni di assorbimento, che variano alimentando il filamento di una singola 300B o due 300B in parallelo.

Per ottenere 5V in uscita nella due condizioni di assorbimento, occorrerebbe un trasformatore di alimentazione con due prese commutabili, una a 8V per la singola 300B e una a 8,8V per due 300B in parallelo.
Noi possiamo solamente scegliere tra 6,3V e 10V… e per vari motivi conviene optare per quest’ultimo valore. In effetti sarebbe percorribile anche la strada del 6,3V in ingresso, adottando un filtraggio parzialmente induttivo, che personalmente trovo valido ad altissima tensione, ma sconsigliabile a bassissima tensione… a meno che l’induttore che si ha a disposizione non vibri in modo energico, obbligando al compromesso, per rimediare a diverse esigenze, ma per fortuna non è il nostro caso.

Naturalmente alimentando il circuito a 10Vac, ci si ritrova in uscita una tensione maggiore del necessario e rispettivamente 6,63Vdc e 5,85Vdc nei due casi di assorbimento.
Per aggiustare le due situazioni a 5Vdc ci sono varie maniere e io ho testato quella implementata con semplici resistenze di caduta.
Nella foto, tra l’induttore Tango e il quartetto di resistenze blindate da 50W a costituire il carico, sono distinguibili 6 resistenze: 2 blindate da 25W e 4 ceramiche da 3W. Ho suddiviso le resistenze di caduta in due terne, per mantenere la configurazione bilanciata e per comodità di messa a punto del valore ottimale. Però la configurazione bilanciata non è un obbligo e le 6 resistenze potrebbero essere solo 2, da commutarsi a seconda della condizione di assorbimento.
Volendo si potrebbe realizzare in proprio un singolo resistore a due prese, fatto su misura… realizzato con filo in costantana, avvolto su tubo ceramico, isolato esternamente in kapton.
All’atto pratico la situazione a 6 resistenze è vantaggiosa per vari motivi: semplificata distribuzione delle dissipazioni, semplificata messa a punto dei valori resistivi necessari e possibilità di implementare delle celle di filtraggio RC. In relazione a quest’ultima considerazione, va detto che il solo induttore Tango seguito da un condensatore Sprague da 22.000uF 16Vdc (visibile nell’immagine), abbatte il ripple con notevole efficacia, quindi, considerando l’apporto della prevista cella CMC, non sussitono patemi di filtraggio.

Le 6 resistenze visibili in foto, sono tutte da 0,22 Ohm al 5%.
Quando l’assorbimento è massimo, lavorano in circuito solo le due blindate da 25W e con le piccole alettine che ho aggiunto inferiormente, la temperatura di esercizio è attorno ai 40°.
Mentre quando l’assorbimento è minimo, si aggiungono anche le altre piccole resistenze ceramiche, con temperature di esercizio equivalenti al caso precedente. La disponibilità commerciale dei valori 0,2… 0,22… o il singolo valore di 0,47 Ohm, consente una facile messa a punto del valore giusto.



www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
giuseppe847



Registrato: 15/07/08 08:10
Messaggi: 102
Residenza: Capurso (Bari)

MessaggioInviato: Mer Dic 19, 2012 9:44 am    Oggetto: EC8020+300B Rispondi citando

Sempre alla ricerca di Arcotronics e in attesa che mi arrivino dall'inghilterra
i 63v 470uf, affannosamente richiesti e ordinati, ho trovato su eBay dei 100uf
100V che se messi in serie darebbero 50uf 200v, tu che ne pensi, servirebbero al caso nostro, ne ha da vendere una decina a c.a. 15€.
_________________
giuseppe847
Top
Profilo Invia messaggio privato
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Gio Dic 20, 2012 1:45 am    Oggetto: Rispondi citando






Nello schema riportato alla pagina precedente, ho considerato, a titolo di suggerimento, una coppia di condensatori come quelli dell’immagine sopra.
Si tratta dei ricercati Procond MKP in contenitore metallico, citati con apprezzamento da Hiraga nel suo libro giallo, con valore 12uF, 160Vdc, 100Vac.

Come dicevo in un messaggio precedente, ne bastano 2 in parallelo, per complessivi 24uF, per ottenere un risultato migliore, di quanto potrà fare il condensatore Arcotronics da 470uF sul ramo del bias a bassa tensione.



www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
giuseppe847



Registrato: 15/07/08 08:10
Messaggi: 102
Residenza: Capurso (Bari)

MessaggioInviato: Ven Dic 21, 2012 9:43 am    Oggetto: EC8020+300B Rispondi citando

E dove li troviamo, come al solito le cose migliori sono sempre introvabili e per giunta sono sempre italiane, poveri noi.
_________________
giuseppe847
Top
Profilo Invia messaggio privato
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Dic 21, 2012 3:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non preoccuparti, che a quelli ci pensa Babbo Natale Smile









Il motivo per cui 24uF hanno migliore efficacia dei 470uF sul bias della EC8020, è da ricondursi ai valori resistivi in gioco, che risultano ben superiori sul bias della 300B.

Lo schema di riferimento è quello riportato nella pagina precedente, e i valori resistivi in uscita sul ramo del bias a -87V, sono costituiti da circa metà potenziometro e dalla resistenza verso massa.
L’immagine riportata sopra mostra i componenti reali, il potenziometro da 10K, 5W e la resistenza da 20K, 3W del tipo ad alta stabilità. Si tratta di ottimi componenti, ma il valore complessivo è di circa 25K Ohm; questo da un lato favorisce appunto l’operazione di bypass capacitivo, richiedendo reattanze contenute, mentre dall’altro rende impraticabile, come già detto, la Classe A2, in conseguenza delle variazioni di tensione che vengono a crearsi.
Accade in sostanza, che il segnale in ingresso eccedente la polarizzazione di 87V, renda gli elettrodi catodo e griglia della valvola 300B, un diodo a tutti gli effetti, questo implica l’insorgenza di corrente continua nel circuito di griglia, che scorrendo nei circa 25K Ohm suddetti, provoca una caduta di tensione di 25V per ogni mA, causando shifting inaccettabili della polarizzazione.

Se consapevoli di ciò, si è comunque insistito nel considerare questo tipo di soluzione, è unicamente in ossequio alla purezza filosofica.
Nel momento in cui decidessimo di arrenderci alle facili soluzioni, non solo sapremmo come fare, ma avremmo nel concreto ciò che ad altri manca, per rendere le cose più che mai semplici ed efficaci. Mi riferisco ai regolatori VB408, visibili nell’immagine successiva, che sono piuttosto difficili da reperire (al momento su eBay si trovano solo 3 pezzi in versione SMD a 50 Euro l’uno).
Il VB408 è in sostanza una sorta di LM317T, in grado però di lavorare a 400V e pertanto, considerando la qualità e l’efficacia del raddrizzamento a valvola e del filtraggio induttivo, basterebbe inviare i 316Vdc al suo ingresso, per ottenere in uscita 87V perfetti, in grado di gestire senza scomporsi le correnti di griglia, fino a 40mA!

http://ansaht.com/uv638jed4/ampGdF/VB408.pdf






www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Dic 21, 2012 8:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per completezza va detto, che volendo sarebbe possibile allestire una polarizzazione di tipo “esoterico”, anch’essa in grado (al pari della soluzione con VB408) di operare in Classe A2.
Ma le soluzioni esoteriche sono purtroppo afflitte, da uno o più dei seguenti supplizi:
1) dimensioni e relativi pesi importanti, 2) temperature elevate, 3) costi ad impennata logaritmica.

In questo caso occorrerebbe ovviare agli effetti della corrente circolante nel circuito di griglia, e il metodo più naturale sarebbe di utilizzare un potenziometro con valore resistivo ridotto. Le conseguenze sarebbero di dover utilizzare un componente non più da 5W, ma da 500W; oltre al fatto, che non sarebbero più sufficienti i due condensatori Procond da 12uF, 160Vdc, ma al loro posto servirebbero due barilotti da 430uF, 160Vdc, del tipo visibile nella seguente immagine.





www.ansaht.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ANSA
Site Admin


Registrato: 31/05/07 23:32
Messaggi: 1900

MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2012 2:36 pm    Oggetto: Rispondi citando



www.ansaht.com
TAG: TANGO CH-40m-3.5WD CH-120m-2WD CH-3-0.25W
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
giuseppe847



Registrato: 15/07/08 08:10
Messaggi: 102
Residenza: Capurso (Bari)

MessaggioInviato: Sab Gen 05, 2013 10:57 am    Oggetto: EC8020+WE300B Rispondi citando

Dopo aver perso due mesi per riuscire ad acquistare gli ambiti arcotronics, faticosamente ordinati (il loro sito fà letteralmente cac.......), 16 per la precisione da 470uf, pagati, ieri mi scrivono dall'inghilterra che ne hanno solo 4 e che gli altri mancanti li avevano ordinati in fabbrica, solo che i lotti di vendita sono passati da 100 a 1000 unità e che loro non sono in grado di effettuare tale acquisto. Morale della favola, restituzione dei soldi e ad oggi non riesco neanche ad acquistare i 4 che secondo loro sono giacenti in magazzino.
Daniele avevi ragione tu, questi acquistavano su prenotazione.
E ora cosa ci mettiamo al loro posto, possibile che le cose buone sono sempre introvabili.
_________________
giuseppe847
Top
Profilo Invia messaggio privato
giuseppe847



Registrato: 15/07/08 08:10
Messaggi: 102
Residenza: Capurso (Bari)

MessaggioInviato: Mer Gen 09, 2013 9:56 pm    Oggetto: EC8020+WE300B Rispondi citando

E pensare che le EC8020 erano sparite dal mercato, ed invece su ebay un veneziano le vende a coppie. Queste EC8020 non smettono mai di stupirmi.
_________________
giuseppe847
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> vorrei svegliarmi un giorno e ritrovare tutte le cose in cui credevo Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 11, 12, 13  Successivo
Pagina 12 di 13

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it